cartomanziaLavorare come cartomante telefonica in un tempo in cui c’è una forte crisi occupazionale potrebbe essere una gran bella idea! E infatti è proprio questa l’iniziativa che hanno preso tante donne italiane, che giovani o meno, sono riuscite a costruirsi una indipendenza economica.

Il mercato del lavoro italiano è in forte difficoltà: dal 2008 in avanti, con l’avvento della crisi, il Belpaese ha visto bruciare milioni di posti di lavoro. Parecchie imprese hanno chiuso bottega, altre si sono trasferite all’estero pur di continuare a sopravvivere e in molti ambiti del pubblico impiego si è bloccato il turn over. Insomma, per diversi anni abbiamo assistito ad una incredibile impennata della disoccupazione, con il contestuale incremento delle prestazioni assistenziali erogate dall’Inps (dagli assegni di disoccupazione fino alle casse integrazione).

Da qualche tempo, però, le cose sono tornate a migliorare: le riforme del lavoro più recenti, l’alleggerimento della pressione fiscale sulle imprese varato dai governi Renzi-Gentiloni e la contestuale ripresa dell’economia globale, nonché il supporto dato dalla Banca centrale europea, hanno creato un mix che è riuscito a tirare l’Italia fuori dalla crisi. Ciò però non significa che questo Paese abbia risolto tutti i suoi problemi, anzi! Significa, molto semplicemente, che il periodo più nero sembra che ce lo si sia messo alle spalle.

In tutto ciò però, nonostante gli indubbi miglioramenti, la disoccupazione continua a rimanere piuttosto alta, ed è proprio per questo che le persone si re-inventano in lavori che mai avrebbero pensato di fare. E’ un po’ il caso a cui si faceva riferimento all’inizio, ossia alla moltitudine di signore e ragazze che hanno deciso di intraprendere la strada della cartomanzia telefonica. Questo dato potrebbe esser visto con due punti di vista differenti: da un lato potrebbe esser visto come un dato positivo, mentre dall’altro potrebbe esser guardato con scetticismo visto che questo trend potrebbe aprire le porte dei centralini di cartomanzia a persone che di questo settore non sanno praticamente niente.

In effetti questo secondo punto di vista non sembra tanto sbagliato: l’aumento vertiginoso di donne che si riciclano cartomanti telefoniche potrebbe abbassare il livello di questo genere di servizi, tanto più se si considera la delicatezza e la particolarità del settore. Perché fino a prova contraria questo è un settore in cui dovrebbero operare solo ed esclusivamente persone che in primo luogo conoscano la materia, e che secondariamente ne siano appassionate a 360 gradi.

Inoltre una cartomante esperta non è solo una bravissima interprete dei tarocchi, ma è anche una brava supporter, una persona che sa come rivolgersi a seconda delle situazioni e che quindi fa sue delle premure che esulano il discorso legato ai tarocchi in quanto tali. Dopotutto queste operatrici dell’occulto entrano spesso in contatto con persone fragili, con persone che per qualche ragione si ritrovano a vivere un momento di difficoltà: non avere tatto con queste persone potrebbe dar luogo a non pochi problemi, in primo luogo in loro stesse, ed in secondo luogo alla credibilità stessa della cartomante.

Tuttavia, proprio perché i call center di cartomanzia più seri sanno che la credibilità è tutto, pensare di ritrovarci dentro operatrici “farlocche” è piuttosto improbabile: nessuno in fondo assumerebbe operatrici che potrebbero procurare più danni che benefici! Ecco quindi che rivolgersi a dei servizi di cartomanzia ben strutturati allontana il rischio di ritrovarsi con persone di dubbia esperienza e capacità, mentre è più probabile che la “finta” cartomante operi come singola persona. Perché chi bazzica nel settore sa bene che questa professione va fatta per passione, per indole, e non certo per necessità. Sul web ci sono molti annunci di cartomanzia gratuiti ma bisogna fare attenzione e cercare e selezionare solo i migliori. Perché maneggiare i tarocchi significa avere a che fare con degli strumenti antichi, potenti e autorevoli. Perché interloquire con persone che soffrono non è facile, né cosa da tutti. Perché intraprendere questa carriera significa mettersi al servizio degli altri, dei loro problemi, dei loro pensieri, e soltanto dopo significa senso di orgoglio.

Ebbene, se c’è serietà e professionalità, il mestiere della cartomante è senza ombra di dubbio uno dei più belli, interessanti e appaganti che vi siano. E oggi giorno è anche piuttosto comodo, perché se una volta le cartomanti erano costrette a metter su uno studio in cui ricevere le persone, o magari erano costrette a spostarsi di casa in casa a seconda di chi le chiamava, finalmente anche per loro l’avvento di Internet ha significato più libertà e più comodità. Come?

Con dei siti web, per esempio. O con le chiamate via skype, per esempio. O ancora con le webcam che permettono un’interazione face to face. Insomma, esistono tanti modi diversi tramite cui le operatrici dell’occulto possono operare in modo semplice, comodo, efficace ed economico! E questi metodi permettono non solo di risparmiare (perché ovviamente non si devono più sostenere i costi dati da una infrastruttura “fisica”), ma consentono anche di ricevere un consulto in qualunque luogo ci si trovi e a qualsiasi ora del giorno e della notte. Infatti molte attività di cartomanzia online hanno deciso di sfruttare queste possibilità puntando, per esempio, su un servizio disponibile nelle ore notturne e/o nei giorni festivi, ossia in quelle circostanze più particolari.

Dopotutto chi ha bisogno di un supporto non ha mica l’orologio in mano: se una preoccupazione si fa viva in piena notte o se uno spiacevole evento si verifica di domenica, è motivo di sicurezza sapere di poter trovare comunque qualcuno disposto ad ascoltare e a proferire consigli!

Il web, di conseguenza, non solo ha aumentato il numero di operatori dell’occulto (che proprio grazie ad Internet riescono ad avere un pubblico molto più ampio), ma ha anche contribuito a rendere il tutto molto più accessibile. Lo aggiungiamo o no alla lunga lista di meriti che dobbiamo al www?